CONSIGLI E MANUTENZIONE CAPI

 

Informazioni e consigli prodotti

 NOTIZIE UTILI

 COME FARSI UN LENZUOLO CON GLI ANGOLI IN CASA 

Premesso che siamo a vostra disposizione per aiutarvi ma vi consigliamo di acquistare il prodotto confezionato , spenderete meno e soprattutto la scelta oggi giorno non manca.

Ma veniamo a noi :

Stanchi di rifare il letto ? La soluzione è facile: lenzuola con gli angoli, è questo il rimedio ai vostri problemi. Le lenzuola con gli angoli sono da diversi anni un'espediente efficace per velocizzare i tempi di rifacimento del letto, in quanto hanno la capacità di mantenere il lenzuolo sempre fermo e ben teso. Dalle mille tipologie, le lenzuola con gli angoli hanno fantasie e misure, quanto più svariate possibili. Purtroppo, spesso capita che le misure non corrispondano a quelle del vostro materasso, risultando, quindi, troppo grandi o troppo piccole. Ma non preoccupatevi, di seguito illustreremo come  confezionare delle lenzuola con angoli, dalle fantasie che più vi piacciono e a misura del vostro materasso. Assicurati di avere a portata di mano: stoffa, macchina da cucire, metro, forbici, spilli, elastico. Il primo passo da fare è stabilire il metraggio della stoffa in base alla misura del materasso. Ricordate però che la larghezza del tessuto deve corrispondere a quella del materasso più due volte l' altezza, poi si aggiungono circa 16 cm di "scarto" per le cuciture fatte durante il confezionamento. Di conseguenza anche la lunghezza del tessuto, dovrà essere uguale a quella del materasso, più due volte l' altezza, più il margine di scarto aggiunto anche precedentemente, pari a 16 cm. Per quanto riguarda, la parte più laboriosa, ossia gli angoli, si deve tagliare un quadrato che deve essere uguale alla profondità del materasso più 8 cm, per ciascuno dei quattro angoli. Ad esempio per un materasso alto 20 cm, si dovrà tagliare un quadrato che misurerà 28 cm per ciascun lato. La scelta del tessuto è fondamentale. È preferibile utilizzare stoffe di maglia di jersey sia per l'elasticità che per la comodità. Prendiamo ad esempio un materasso matrimoniale che misura circa: 160 x 195 x 20 cm, è necessario tagliare un pezzo di tessuto, di forma rettangolare, di 216 x 251 cm. Per lenzuola di letto a una piazza o per una culla, calcolate il metraggio della stoffa nel medesimo modo. Una volta procurata la stoffa, si può passare al confezionamento del lenzuolo. Come abbiamo già spiegato prima, tagliate ad ogni angolo del lenzuolo un quadrato di 28 cm. Fate combaciare i margini del lenzuolo piegando ogni angolo, diritto contro diritto. Cucite i due lati con 5 mm di margine, la cucitura può essere a vostro gradimento, che sia a zig-zag o meno. Procuratevi adesso due strisce di elastico alto circa 5 mm, lungo 7,5 cm, l'importante è che sia meno della larghezza del materasso. Mettendo il lenzuolo al rovescio, appuntate il centro dell' elastico, nel mezzo di ogni estremità corta del vostro lenzuolo. Appuntate poi l'estremità dell' elastico di 15 cm oltre la cucitura degli angoli. Con una taglia cuci passate adesso a fermare l' elastico, fissandolo sui margini, e tirando l' elastico per adattarlo alla conformazione desiderata. L'operazione che vi accingete a fare sebbene non sia troppo difficile, necessità di una giusta attenzione, per evitare errori, che potrebbero andare a rovinare il lavoro fatto fino ad ora. Tirate l'elastico davanti al piedino di pressione della macchina da cucire e tenetelo teso sul dietro. Rifinite tutti i margini vivi, andando a cucire sui margini tra le due estremità dell' elastico, per rafforzarlo ulteriormente. Fate una leggera piega, di circa 5 mm sul rovescio del lenzuolo, inserendovi l' elastico. Finalmente, il vostro lenzuolo personalizzato è pronto per essere usato e ricoprire il vostro materasso nei migliori dei modi. Non dimenticare mai: alle lenzuola è possibile abbinare gli accessori, come cuscini e copriletti. Nelle culle si possono coordinare anche i paracolpi.


COME LAVARE E MANTENERE IN OTTIMO STATO IL TUO PIUMONE IN POLIESTERE

 

Benasciutticasa ti suggerisce poche e semplici regole per mantenere
intatte nel tempo tutte le preziose qualità del tuo piumone con imbottitura in poliestere:
• Arieggiare per restituire volume ed elasicità all’imbottitura.
• Scuotere e ‘spiumacciare’ delicatamente con regolarità per
ridistribuire il contenuto uniformemente.
• Evitare di fare pressione costante in un unico punto.
• Non usare battipanni, se necessario, spolverarlo con
spazzola morbida.
• Evitare esposizione diretta ai raggi solari ed alle alte
temperature.
• Lavaggio domestico a mano o in lavatrice capiente con
programma delicato (max 40°) utilizzando detersivi neutri.
• Lavaggio in lavanderia solo a secco professionalmente
presso lavanderia specializzata , non usare cloro.
• Quando non viene utilizzato, riporlo nella sua custodia e
conservarlo in luogo asciutto.

 


LA MANUTENZIONE DEL LINO

 

Conservare nel tempo la bellezza di un capo di lino è molto facile e può essere fatto sia lavando il capo ad acqua, sia affidandosi alle tintorie per il lavaggio a secco. L'importante è seguire sempre le istruzioni indicate dal fabbricante e verificare pertanto i simboli di manutenzione. Queste istruzioni tengono infatti conto di numerose variabili che compongono il capo, quali, ad esempio, il tipo di filato, la finezza e la composizione del tessuto, la tintura applicata, il grado di mercerizzazione al quale è stato sottoposto il tessuto, le rifiniture, i trattamenti antimacchia e antipiega.

LAVAGGIO AD ACQUA

Molte persone preferiscono lavare il lino ad acqua, soprattutto quando si tratta di tovaglie fazzoletti e lenzuola, perché più il lino si lava più diventa morbido e luminoso. La sua brillantezza è infatti dovuta ai nodi che riflettono la luce.
Camicie e capi di abbigliamento che sono a stretto ì contatto con la pelle sono facili da lavare. La freschezza e il profumo dei lino appena lavato procurano un'impareggiabile sensazione di benessere. Delicatezza è la parola chiave per lavare il lino. Sapone neutro ed acqua tiepida sono i segreti principali per un bucato sicuro. E' bene lavare gli articoli colorati in acqua fredda e, in ogni caso, strizzarli o centrifugarli con delicatezza. Il lino può essere asciugato in diversi modi: appeso, in asciugatrice o avvolto in asciugamani di spugna; si consiglia di stirare il lino ancora umido per evitare righe o pieghe difficili da eliminare.

CONSIGLI UTILI PER IL LAVAGGIO AD ACQUA

- Utilizzare un sapone o un detergente neutro
- Il sapone agisce meglio in acqua dolce (non troppo ricca di calcare)
- Agire sulle macchie quando sono ancora recenti- Non candeggiare con prodotti a base di cloro, che possono di ingiallimenti,  ma a base di perborato
- Selezionare la temperatura dell' acqua (tra tiepida e calda)
- Sia lavato ad acqua che a macchina, assicurarsi sempre di un accurato risciacquo de lino, per evitare la formazione di macchie dovute all’ossidazione della cellulosa
- Nel caso di biancheria delicata o con frange, chiudere i capi in un federa prima di metterli in lavatrice
- Per mantenere il lino sempre bianco, cercare di farlo asciugare in piena luce.

 


LA MANUTENZIONE DELLA SPUGNA

 

È il massimo del lusso nella stanza da bagno: poter sfoggiare spugne morbide e gonfie, profumate e perfettamente assorbenti, come quelle che si trovano nei grand hotel a cinque stelle - una coccola per la pelle ma anche per l’umore.

Quando gli asciugamani sono nuovi è abbastanza facile, ma poi - poco alla volta - iniziano ad irrigidirsi e sembra che riportare le fibre all’originario gonfiore sia impossibile. Spesso non è colpa di null’altro che del calcare presente nell’acqua del lavaggio e dell’errata scelta della quantità di ammorbidente.
Il calcare durante un normale lavaggio si deposita accumulandosi lentamente tra una fibra e l’altra e, quando la spugna si asciuga, produce quell’effetto rigido che con il tempo si trasforma in ruvido. Allo stesso modo, se si usa troppo ammorbidente, anziché gonfiarsi le spugne si appesantiscono per l’eccesso di residuo tra le fibre.
Risultato: gli asciugamani sono poco gradevoli, sia da toccare che da vedere e soprattutto non asciugano più.

Per avere spugne sempre come nuove basta utilizzare i giusti accorgimenti.
Innanzitutto, informati sulla durezza dell’acqua nella tua zona e individua la giusta dose di detersivo.
Troppo sapone produce molta schiuma e rende difficile il risciacquo. Scegli un detersivo che impedisca il trasferimento del colore (come Biolindo di Nuncas) soprattutto se le tue spugne sono colorate. Poi scegli l’ammorbidente e aggiungilo nell’apposita vaschetta nella dose consigliata.

Per le spugne e per tutto il bucato che vuoi rendere morbido ed elastico ti consigliamo Morbivel, l’ammorbidente specifico creato da Nuncas che impedisce al calcare di depositarsi nelle fibre, lasciandole elastiche e libere. La sua formula, particolarmente liquida, si scioglie perfettamente nell’acqua dell’ultimo risciacquo, quindi si distribuisce in modo omogeneo dando corpo e gonfiore alle tue spugne. Non lascia residui né fastidiosi aloni, ma solo asciugamani morbidi e delicatamente profumati.
Dopo aver centrifugato le tue spugne a velocità non troppo elevata, estraile dalla lavatrice e sbattile bene per ridare loro la forma, poi stendile ad asciugare in una stanza areata. Prima di riporle puoi stirarle velocemente (solo se lo desideri davvero) con ferro tiepido e qualche goccia di Profuma biancheria nella profumazione Drops da vaporizzare sui tessuti con un nebulizzatore finissimo... il tocco finale da vero grand hotel, a casa tua.

 


 

COME LAVARE LE TUE LENZUOLA CON I NOSTRI CONSIGLI

Scopri con i nostri consigli come lavare le lenzuola nuove appena acquistate. Per evitare che al primo lavaggio le tue lenzuola presentino striature e scoloriture occorre seguire semplici accorgimenti.

Innanzittutto, abbi cura di lavarle separatamente da qualsiasi altro capo.

Mettile in lavatrice e scegli un programma per cotone a 40 gradi e non di piu'. Al posto del detersivo utilizza solamente 3 o 4 cucchiai di aceto di vino, quello piu' economico andrà benissimo. Non usare ne ammorbidenti ne altri addittivi.

Questo primo lavaggio permette di togliere l'appretto e di fissare i colori, che dureranno quindi piu' a lungo e resteranno un poco piu' brillanti. Per mtutti i lavaggi successivi segui le tue solite abitudini. Ti consigliamo questo sistema anche per il lavaggio di tovaglie  e dei tovaglioli nuovi ( lava i tovaglioli tutti con la tovaglia, anche quelli che non ha usato , per mantenere i colori uniformi ed uguali ).

 


 

I PREGI DELLA PIUMA E DEI PIUMINI DAUNENSTEP 

Che sia un piumino o un cuscino, ogni prodotto Daunenstep é ricco di qualità e amore per la natura. Le fonti di tale maestria sono le migliori provenienze geografiche. In tutte le stagioni Daunenstep garantisce un sonno confortevole e asciutto grazie al "regolatore del microclima", ovvero il piumino stesso, che compensa le variazioni di temperatura.


I fiocchi, come passo successivo, rappresentano il nostro ingrediente segreto... soltanto quelli più grandi, più voluminosi e soffici vengono "promossi" agli attenti esami dell´azienda. Grazie alla severità e alle alte aspettative la qualità Daunenstep non potrà mai deludere!
La piuma viva respira ed è naturale. In natura, la sua funzione primaria é quella di lasciar traspirare, mantenendo un clima ideale. Così come per i volatili, anche voi potrete godere di questo comfort durante il sonno, per riposarvi meglio e vivere la natura dormendo...
Inoltre, la piuma é un isolante termico eccezionale. L’oca è un animale che si adatta facilmente a luoghi con condizioni ambientali davvero estreme. Le oche possono vivere dai Caraibi alla Siberia, grazie al manto protettivo di cui la natura le ha dotate. Il piumaggio di questi fantastici animali ha caratteristiche davvero uniche, la struttura delle piume e dei fiocchi di piumino sono tali da comporre delle vere e proprie "celle d'aria" con effetto isolante e coibente. Ciò consente a questi nobili animali di sopportare forti escursioni termiche e di "passare" da climi caldi a climi polari senza alcuna sofferenza.


La piuma non scalda, ma mantiene costante la temperatura del corpo e permette la traspirazione, indipendentemente dalla temperatura esterna. Inoltre dura nel tempo, regala un benessere leggero e morbido ed è sempre igienica. È un prodotto al 100% naturale, quindi rispetta l'ambiente e non inquina. E ‘biodegradabile, perché non provoca rifiuti. La piuma ti aiuta a risparmiare, perché ti permette di dormire con il riscaldamento basso, e quindi di risparmiare energia e di dare un significato contributo alla salvaguardia dell'ambiente.
Scopri le altre caratteristiche che la piuma dona al tuo piumino:
leggero e morbido, avvolge senza pizzicare!
regolatore di temperatura, né troppo caldo, né troppo freddo!
versatile, per ogni stagione quello giusto!
anallergico, lavati, sterilizzati e anti-acaro!
anti-umidità, assorbe mentre riposi!
lavabile e igienico!
biodegradabile, solo materiali naturali!


 COME SCEGLIERE IL PROPRIO GUANCIALE

Come scegliere il cuscino giusto?   Dormire è importante. La qualità del sonno va salvaguardata poiché influisce notevolmente sul benessere fisico e psichico del nostro corpo. Scegliere il giusto guanciale è perciò fondamentale: il cuscino deve dare un sostegno ottimale ai muscoli del collo e delle spalle. Come individuare quello più adatto alle proprie esigenze? La posizione che si assume durante il sonno può aiutare a determinare la scelta. Per questo abbiamo suddiviso i diversi tipi di guanciale in base al grado di morbidezza e alla postura assunta durante la notte.   Grado di morbidezza

compatto  medio  morbido  

La posizione del sonno

La funzione del cuscino è sostenere testa e collo, mantenendoli in linea con la colonna vertebrale. Per favorire tale posizione è necessario combinare la tua postura assunta nel sonno con la giusta altezza del cuscino.

Se normalmente dormi sul fianco, avrai bisogno di un cuscino alto. In questo modo sarai diritto e ti potrai rilassare completamente. Il grado di morbidezza consigliato è:    compatto    medio  

Se preferisci dormire sulla schiena, sarà più indicato un cuscino di media altezza. Così testa e collo avranno il sostegno necessario affinché tutto il corpo si rilassi completamente. Il grado di morbidezza consigliato é:    compatto      medio  

Dormire a pancia in giù è sconsigliato perché impedisce ai polmoni di espandersi completamente e disturba anche la naturale curvatura della colonna vertebrale, ma se questa è la posizione in cui ti addormenti, utilizza un cuscino molto basso che ridurrà la pressione sul collo e la tensione muscolare. Il grado di morbidezza consigliato è:    morbido

La composizione del cuscino - piumino e piuma

I cuscini con piumino e piuma offrono alla testa un appoggio morbido e confortevole. Il piumino, infatti, serve a conferire morbidezza, mentre la piuma fornisce sostegno. Sono cuscini molto traspiranti, permettono cioè all'aria di circolare mantenendo una temperatura di riposo uniforme. Assorbono in modo eccellente l'umidità e favoriscono l'evaporazione del sudore. Il tessuto esterno, inoltre, è cotone 100% a trama fitta, per impedire la fuoriuscita di piumino e piuma dal cuscino.

 


 

COPRILETTI TRAPUNTATI CONME SCEGLIERLI

Un copriletto trapuntato è un'ottima soluzione per ricoprire un letto durante i periodi autunnali o primaverili. Ha degnamente sostituito il panno leggero, la coperta della nonna o la coperta in ciniglia. Con una soffice imbottitura questi copriletti assicurano la temperatura ideale per i riposini pomeridiani o il sonno notturno.

Adatti anche in estate con la camera raffreddata oppure con il clima marittimo delle zone italiane.

Un copriletto imbottito di fibra anallergica di poliestere o di puro cotone è un fedele alleato per notti riposanti e lunghi sogni: la qualità in questo caso è priporitaria un prodotto non valido non lo si può considerare un buon acquisto.

La consistenza e la comodità dei tessuti in percalle organico o madapolam o raso faranno il resto, oltre ad avere uno speciale riguardo per l'ambiente e l'ecosostenibilità.

Disegni floreali e geometrici ricamati, stampati, jacquard, sul tessuto tinto in filo fanno del copriletto trapuntato una coperta versatile e facile da lavare, coordinabile con tutti gli elementi della biancheria del letto. Utile per evitare i depositi di polvere e comodo da utilizzare come copertura del nostro letto, un copriletto dona armonia e piacevolezza estetica ad una stanza.

Si lavano in lavatrice a temperature medie .